Il cambiamento climatico, il collasso imminente degli ecosistemi terrestri e la sesta estinzione di massa sono manifestazioni del fallimento del sistema economico e sociale dominante. La crisi ecologica globale è il risultato di una lunga storia attraverso la quale una minoranza ha costruito il suo benessere sulla estrazione di ricchezza dalla natura e dal lavoro dei subalterni. La crisi climatica è la più  drammatica espressione del fallimento di quel sistema e richiede un ripensamento radicale della società. Quali possono essere le alternative alla crisi ecologica globale? Mentre il capitalismo prova a riciclarsi come “verde” proponendo soluzioni tecnologiche come le “smart cities”, è possibile immaginare soluzioni collettive che mettano al primo posto la trasformazione dei rapporti socio-ecologici senza rinunciare ad una trasformazione radicale di ciascuno/a e di tutti/e? Se il neo-liberismo propone l’individuo come colpevole e salvatore (consumi troppo/consuma meglio), un progetto radicalmente rivoluzionario deve provare a coniugare cambiamenti personali ed esperienze di lotta collettive. Perché il patriarcato, il capitalismo, il colonialismo sono innervati dentro la società e dentro le nostre teste. Come diceva Angela Davis, ogni lotta di liberazione comporta liberare anche se stessi. Ma è bene non farci illusioni: con Chico Mendez dobbiamo ripetere a noi stessi/e che “L’ecologismo senza lotta sociale è solo giardinaggio” .

Discuteremo di tutto questo  giovedì 26 Settembre alle ore 18:30, presso la sede DemA in Via A. Diaz (angolo Largo Berlinguer), con Annamaria Palmieri, Raffaele Del Giudice e Marco Armiero. L’iniziativa sarà moderata da Eleonora de Majo.

 

Contributo della Cons. Eleonora de Majo per la presentazione dell’incontro.

Vi Aspettiamo!

Movimento demA

 

LOCANDINA

Commenti
Post precedente

70 nuove assunzioni per gli asili nido del Comune di Napoli: una scommessa vinta dalla città!

Post successivo

Documento politico

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *