Ore drammatiche per la Città di Napoli in cui c’è chi briga irresponsabilmente per il commissariamento del Comune, attraverso la mancata approvazione del bilancio previsionale.
Decisione scellerata che, se messa in pratica, costerà davvero troppo cara alla città ed ai suoi cittadini. In concreto il commissariamento del Comune di Napoli, significherà drastica riduzione e peggioramento della qualità di tutti i servizi, come trasporti, manutenzione delle strade, del verde, delle fognature, delle caditoie, ecc.; compromissione  del decoro urbano, igiene, diserbo e pulizia, ecc.; licenziamenti nelle partecipate; mancato, e/o ridotto, ma in ogni caso fortemente ritardato pagamento di fornitori e creditori  (proprio nel momento in cui questi erano prossimi a veder soddisfatti crediti di vecchia data); blocco dei processi messi in atto per ottenere quei finanziamenti europei e nazionali attraverso i quali la Città ha avviato  il suo percorso di rinnovamento e valorizzazione; mancata stabilizzazione di molti lavoratori che attendono, da anni, di uscire da una situazione di precarietà. Il tutto peraltro, in una situazione economico/sociale, già enormemente compromessa dalla recente e definitiva chiusura dello stabilimento della Whirpool che ha tolto lavoro a circa un migliaio di famiglie e dalla grave pandemia in atto, i cui effetti, in termini di aumento della disoccupazione e di grave depressione economica, allo stato, non sono neppure ancora prevedibili. Insomma, all’interno di un quadro già  drammatico in cui ogni sforzo avrebbe dovuto essere rivolto verso i cittadini per alleviarne le difficoltà e per contrastare le attività della criminalità, sia spiccia che organizzata, che in certi contesti è solita sguazzare, c’è qualcuno che per proprie ragioni  personali ed in contrasto con il bene della città, desidera che il Comune, perda la propria guida e venga affidato ad un commissario prefettizio.
Questa evenienza comporterebbe  immobilismo in un momento in cui invece, i cittadini necessitano di risposte veloci e concrete, e macelleria sociale, laddove, al contrario, occorrono interventi a sostegno e volti programmare una celere ripartenza.
Il Movimento demA perciò, nell’esprimere incredulità verso le scelte di coloro che realmente intendono contribuire al verificarsi di scenari così gravosi per la  città e per i cittadini, manifesta vicinanza e solidarietà verso tutti i lavoratori che in queste ore drammatiche temono per il loro futuro e per quello della città stessa. Esprime inoltre,  sostegno e gratitudine al Sindaco ed a tutta  la  giunta, per il lavoro che sta compiendo onde scongiurare che il Comune venga commissariato. Non ci può essere alcuna logica o coerenza nel compiere un atto di tale gravità, per chi davvero ha a cuore la città.
Movimento demA
Previous post

Concorso straordinario scuola, demA chiede risposte.

Next post

Campania zona rossa, altro che miracolo sanitario!

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *