La Campania è tra le prime regioni d’ Italia per minacce ed intimidazioni ai politici, ma l’ultima vicenda di intimidazione non proviene da camorristi o delinquenti, ma addirittura dal governatore pro tempore della Regione Campania: “Sequestratelo e sputategli in faccia”; quando persone che dovrebbero rappresentare le istituzioni arrivano ad usare parole del genere allora vuol dire che si è arrivati al capolinea. Le parole di esortazione alla violenza usate da Vincenzo De Luca contro Luigi de Magistris sono ignobili e dimostrano una bassezza umana, prima che politica, inidonea con il ruolo che ricopre. Solidarietà al sindaco de Magistris, il governatore pro tempore deve vergognarsi per le parole usate ed è ora che abbassi i toni.

Dante Santoro

Commenti

Commenti

commenti

Post precedente

Oltrepassato ogni limite

Post successivo

demA a Salerno: de Magistris presenta il libro La Città Ribelle

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *