Il Coordinamento Nazionale di demA invita i Sindaci chiamati per il 23 gennaio alle elezioni suppletive per il Consiglio di Distretto Sarnese Vesuviano dell’Ente Idrico Campano a votare compatti per la lista della “Rete dei sindaci per l’acqua pubblica“.
“Il colpevole ritardo della Regione, i conflitti di interesse, la “distrazione politica” di qualche amministratore, hanno di fatto lasciato il distretto senza indirizzo politico e consentito all’azienda privata GORI di agire senza un reale controllo” affermano i membri del coordinamento demA in una nota. “Tariffe alle stelle, mancata manutenzione, deficit e problemi nell’erogazione, sono gli esiti di una privatizzazione che, al di fuori di ogni legittimità, eludendo la volontà popolare espressa dal referendum, ha riversato sui cittadini i costi dei profitti e delle speculazioni della GORI” prosegue la nota di demA. Il 23 gennaio ci saranno le elezioni suppletive dell’Ente Idrico Campano nel distretto Sarnese – Vesuviano e demA sosterrà i candidati della “Rete dei sindaco per l’acqua pubblica”. “Sosteniamo le associazioni del territorio impegnate in questa difficile battaglia per i diritti dei cittadini e per la difesa dell’acqua bene comune e per l’attuazione del referendum del 2011 come è stato fatto dal Comune di Napoli, unico esempio a livello nazionale”

Coordinamento Nazionale demA

Commenti
Post precedente

Afragola, demA: “Inutile passerella di Salvini, l’attacco alla Masseria Esposito Ferraioli è un favore alla camorra”

Post successivo

Costruire discariche per valorizzare il territorio? demA boccia LaFilippa2.0

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *