Genova – Hanno indossato le mascherine sanitarie invitando il sindaco e la sua Giunta a promuovere ogni possibile precauzione affinché il cantiere del ponte Morandi osservi la massima sicurezza per la salute dei cittadini e dei lavoratori.

I manifestanti del progetto politico Dem-a Genova Democrazia Autonomia che fa riferimento a Luigi De Magistris, sindaco di Napoli e che vede come coordinatrice Marika Cassimatis, hanno manifestato oggi in piazza Montano a Sampierdarena per proporre una possibile soluzione alternativa alluso dell’esplosivo per la demolizione del troncone Ovest. «Oggi siamo qui perché preoccupati per il rischio che rappresenta la demolizione di parti del Ponte Morandi attraverso l’uso di cariche esplosive – ha detto Cassimatis – Le polveri sottili liberate dall’esplosione possono mettere a rischio la salute delle persone, uomini, donne e bambini. Quali preoccupazioni vengono prese dal sindaco Bucci? Visto che è il primo responsabile della salute di cittadini che iniziative ha preso per salvaguardarla?

Le nostre mascherine sono un invito al sindaco e alla sua giunta affinché promuova ogni possibile precauzione e in cantiere osservi la massima sicurezza per la salute dei cittadini e dei lavoratori. Una domanda è: “È necessario usare l’esplosivo oppure si può proseguire nello smontaggio meccanico? La fretta spesso non porta alla scelta più opportuna».

Fonte: http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2019/03/07/AERRPZ6-sampierdarena_morandi_mascherine.shtml

Commenti
Post precedente

demA Alessandria aderisce allo sciopero globale transfemminista

Post successivo

demA aderisce allo sciopero femminista dell'8 marzo: in piazza al corteo di Napoli

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *