Quando:
12 Gennaio 2019@11:30–13:00
2019-01-12T11:30:00+01:00
2019-01-12T13:00:00+01:00
Dove:
Libreria "Io ci sto"
Via Cimarosa n°20
Napoli
Contatto:
Segreteria Organizzativa

Sabato 12 gennaio, a partire dalle ore 11.30, si terrà presso la Libreria “Io ci sto” in Via Cimarosa n° 20, Napoli, la presentazione del libro “Salute SpA“, scritto da Massimo Quezel e Francesco Carraro ed edito dalla casa editrice Chiarelettere. Si tratta di un’inchiesta sul mondo della sanità pubblica e della sua ormai inevitabile deriva privatistica.

All’incontro, moderato da Ciro Amante – Responsabile Nazionale Dipartimento Sanità e Salute demA –  oltre agli autori Massimo Quezel e Francesco Carraro, parteciperanno Luigi de Magistris – Sindaco di Napoli –  ed Enrico Panini – Segretario Nazionale demA.

In circa 150 pagine i due autori ripercorrono le tappe di un progressivo smantellamento della macchina sanitaria italiana e la creazione di un vuoto che le compagnie assicurative si preparano a riempire, trasformando il diritto alle cure in un’area riservata solo a chi ha denaro da spendere. “Tra il 2007 e il 2014, l’Italia è stata una delle poche nazioni avanzate in cui la spesa sanitaria pro capite – già tra le più basse – si è contratta anziché aumentare. E ciò accade perché tendiamo a ridurre sempre di più la quota degli investimenti destinata a migliorare il nostro sistema. Dal 2009 al 2013 i nostri investimenti sono in picchiata, essendo diminuiti del 30 per cento, mentre francesi e tedeschi hanno aumentato del 10 per cento le somme destinate al comparto della sanità”, scrivono Quezel e Carraro.

Secondo gli autori, “i tagli hanno colpito tutti, soprattutto le fasce più deboli della popolazione. Il 2015 ha visto nel nostro Paese 2,6 milioni di famiglie rinunciare alle cure per carenza di risorse. Di esse, un milione è oggetto a spese catastrofiche (cioè impreviste e superiori al reddito familiare), mentre 300.000 risultano impoverite dalle spese mediche sostenute”.  Inoltre “sono 8 milioni gli italiani che hanno scelto di ricorrere alla soluzione del prestito nel 2017, per poter accedere al diritto di cui parla l’articolo 32 della nostra Costituzione – si legge nel libro – . Solo il 41% degli italiani finanzia i propri bisogni sanitari con il proprio reddito corrente, mentre la stragrande maggioranza va a debito: il 23,3% attinge ai risparmi e ad altre fonti mentre il 35,6 % vi fa fronte esclusivamente con fonti diverse dal reddito abituale”. Tutto questo perché le liste d’attesa sono sempre più lunghe, mentre il bisogno di cure necessita risposte immediate.

Per saperne di più vi aspettiamo il 12 gennaio alle ore 11:30.

Non mancate!

Commenti
Post precedente

#InSede: Incontro con il Tavolo Mobilità e Opere Pubbliche

Post successivo

Incontro tematico con Flavia Sorrentino, Responsabile Nazionale Dipartimento Autonomie

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *