Nel pomeriggio di ieri a Palazzo San Giacomo il Sindaco Luigi de Magistris, il vice sindaco Enrico Panini e gli assessori Monica Buonanno e Ciro Borriello hanno incontrato una delegazione degli operai metalmeccanici dell’Azienda Whirlpool con rappresentanti sindacali nazionali e regionali. La paventata chiusura dell’impianto arriva dopo investimenti aziendali che avevano confermato la linea dell’Azienda di mantenere almeno un polo di produzione in Campania. A Napoli, nello stabilimento di via Argine da venerdì sera le operaie e gli operai difendono la loro fabbrica, il loro lavoro e da quella sera l’Amministrazione Comunale è con loro ed oggi l’Assessore Monica Buonanno ed il vice Sindaco Enrico Panini saranno con loro a Roma perché la Città vuole stringersi intorno a questa comunità e condividere con tutte e tutti loro le fasi delle trattative con l’azienda, ma anche i momenti della lotta e della resistenza per difendere il lavoro. Napoli non può perdere un ulteriore centro di produzione; non può e non vuole rassegnarsi a ciniche scelte aziendali che calpestano la dignità, la professionalità e le speranze delle operaie e degli operai della Whirlpool.
Il sindaco continuerà ad essere il tramite con il governo e manterrà alta l’attenzione nel Paese attraverso le interlocuzioni politiche, l’informazione. La Città adotterà iniziative pubbliche di sostegno e vicinanza e sarà parte integrante di queste trattative.
Napoli è al fianco delle donne e degli uomini impegnati in questa drammatica vertenza per riaffermare che il lavoro e la dignità sono l’argine alla criminalità; sono quella “Sicurezza” che rende più forte il tessuto sociale , molto più dei decreti che ne portano il nome.

Commenti
Post precedente

Cari elettori, impariamo dagli studenti della professoressa di Palermo!

Post successivo

58 CINQUESTELLE CONTRO NAPOLI ED I NAPOLETANI. PARLAMENTARI PD AL SEGUITO

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *