La registrazione pubblicata da il Mattino nella quale il governatore De Luca, durante un incontro con gli Lsu, istiga i lavoratori a “sequestrare” e a “sputare” in faccia al sindaco di Napoli Luigi De Magistris, parlando della vertenza che da quasi venticinque anni li riguarda, è solo l’ultimo tristissimo e vergognoso episodio di un elenco infinito di insulti, mancanze di rispetto istituzionale e offese che De Luca rivolge sistematicamente ai suoi avversari politici e che ormai rappresentano l’unica modalità della sua dialettica istituzionale.
Questa volta però riteniamo che il Presidente della Regione abbia veramente oltrepassato ogni limite. Si possono avere idee e posizioni diverse su tutto ma istigare chi vive una situazione di disagio e sofferenza, a compiere atti criminali ai danni di un sindaco è una cosa che offende il ruolo istituzionale che De Luca ricopre e per la quale l’intera comunità politica non solo dovrebbe indignarsi ma dovrebbe pretenderne le dimissioni immediate.
Gruppo Consiliare demA Napoli
Commenti

Commenti

commenti

Post precedente

Angelo Mai: se pur provvisoria la chiusura è un segnale da non sottovalutare

Post successivo

SEQUESTRATELO E SPUTATEGLI IN FACCIA

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *