“Quello che ama definirsi “il Governo del cambiamento” continua a smentire nell’azione concreta le promesse elettorali di entrambi gli schieramenti politici che lo compongono”. Lo afferma la segreteria di demA in una nota stampa in cui si legge: “in particolare, il Movimento Cinquestelle, in un solo giorno, è riuscito a deludere sia il suo elettorato “No Vax”, con la marcia indietro sui vaccini, sia la componente ambientalista per quanto riguarda la mancata chiusura dell’Ilva di Taranto. Per amministrare ci vuole competenza e per cambiare le cose ci vogliono coraggio e coerenza”. In particolare, per quanto riguarda Ilva, per il Movimento “demA” gli abitanti di Taranto “avevano ed hanno tutto il diritto di decidere per sé stessi, per la loro vita. Quella città è stata tormentata per anni dalla inaccettabile contrapposizione fra salute e lavoro, come se i due diritti fossero in competizione”. Dopodichè la segreteria politica di demA aggiunge: “Non esiste diritto al lavoro senza diritto alla salute: lo abbiamo sempre detto e continuiamo a batterci perché così sia realmente. A chi lotta per meritarsi la coesistenza del diritto al lavoro e del diritto alla salute manifestiamo la nostra vicinanza in questo momento di grave sconforto che vede, ancora una volta, gli interessi economici prevalere sul diritto alla salute, con il ricatto della perdita del lavoro. Le prime vittime – continua la segreteria di demA – sono proprio le lavoratrici e i lavoratori che hanno il diritto di lavorare con dignità in fabbriche sicure per loro e per il territorio. Noi, invece, saremo sempre al loro fianco a sostenere il diritto al lavoro ed il diritto all’ambiente”.
Segreteria demA
Commenti

Commenti

commenti

Post precedente

Bagnoli. demA: Commissariamenti fanno danni e lasciano debiti

Post successivo

Uno schieramento largo contro i fascismi

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *