L’assemblea tenutasi a Roma il 1° dicembre per la costruzione del fronte popolare democratico è stata un grande successo. Grazie ancora per la carica che mi avete trasmesso.

Ha preso corpo la decisione di lanciare il progetto politico per la realizzazione di un campo largo unitario per l’attuazione della Costituzione nata dalla resistenza al nazifascismo. Nelle settimane successive ci sono stati contatti, incontri, riunioni, passi in avanti ulteriori per realizzare un metodo di lavoro condiviso. Un lavoro impegnativo per attuare la confluenza delle autonomie e garantire partecipazione e pari dignità.

Il Governo Lega-5Stelle si evidenzia sempre più negativo per i diritti degli italiani e di tutti quelli che abitano la nostra Terra, l’opposizione politica parlamentare è flebile e poco credibile, cresce, invece, nel Paese giorno dopo giorno l’opposizione sociale. Gli spazi per l’alternativa dal basso sono enormi ed oggi tocca chiederci, in modo pressante, se siamo già pronti per le elezioni europee della prossima primavera. Lo dobbiamo decidere insieme presto con una risposta che si spera unitaria. In questi giorni dobbiamo tutte e tutti lavorare alacremente per l’unità delle forze democratiche che si oppongono al Sistema che sta opprimendo i diritti costituzionali; per rafforzare i legami europei per costruire l’Europa dei popoli, della solidarietà e della giustizia sociale contro quella del neoliberismo delle austerità e quella dei nuovi fascismi del filo spinato e delle mura; per realizzare le linee essenziali di un programma che metta insieme rivoluzione e capacità di governo; per la disponibilità di candidature di persone credibili in quanto espressioni di storie personali o collettive di lotta per i beni comuni, per l’ambiente, per i diritti civili, contro corruzioni e mafie, per l’economia solidale, insomma per l’attuazione dei valori costituzionali. Credo che ci sono tutte le condizioni per realizzare una forte, ampia ed unitaria coalizione in grado di affrontare le forze neoliberiste, quelle neofasciste e quelle qualunquiste. Il tempo è adesso, proviamoci insieme, noi ci stiamo !

Luigi de Magistris

Commenti
Post precedente

Politica, il “DemA” di De Magistris arriva a Genova. Marika Cassimatis eletta coordinatrice

Post successivo

Comunicato stampa

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *