Sabato 14 settembre, a Napoli, si è riunito il Coordinamento Nazionale “demA” per valutare la situazione politica alla luce della formazione di un nuovo governo ed in vista delle prossime scadenze elettorali, per discutere della costruzione della piattaforma programmatica da presentare all’Assemblea nazionale delle iscritte e degli iscritti convocata per metà ottobre, per decidere una serie di scelte organizzative.

L’incontro, durato circa quattro ore, è stato introdotto dal Segretario Nazionale Enrico Panini, cui è seguita un’ampia riflessione politico-programmatica di Luigi de Magistris e agli interventi dei/lle componenti del Coordinamento Nazionale di “demA”.

Per quanto riguarda le valutazioni politiche a brevissimo sarà pubblicato dalla Segreteria il documento conclusivo della riunione con le integrazioni richieste dai componenti l’organismo alla luce dell’ampio dibattito.

Circa le scelte organizzative, mirate a radicare ulteriormente il movimento “demA”, il Coordinamento ha approvato le seguenti proposte della Segreteria nazionale:

1)    Individuazione di Coordinatori interregionali con il compito di favorire la costituzione di sedi territoriali e la formazione di strutture di coordinamento.

Gli incarichi sono stati attribuiti a:

a) Claudio Sanita, attivista No Tav/Terzo Valico, che curerà in modo particolare Piemonte e Liguria con un impegno sulle restanti regioni del Nord;

b) Romolo Rea, già Consigliere della Regione Lazio, che coordinerà gli interventi nelle Regioni del Centro;

c) Michele Conia, Sindaco di Cinquefrondi e portavoce del movimento “Il Sud che Sogna”, che coordinerà gli interventi nelle Regioni del Sud.

2)    Rafforzamento del Coordinamento Nazionale.

Oltre ai tre Coordinatori (Sanita, Rea, Conia) entrano a far parte del Coordinamento importanti realtà protagoniste di significative sui rispettivi territori:

a) Deborah Montalbano, consigliera “demA” al Comune di Torino;

b) Marika Cassimatis, Coordinatrice Agorà “demA” Genova;

c) Cristina Grancio, consigliera “” al Comune di Roma.

“La strada del radicamento territoriale per un movimento come il nostro, che nasce con Luigi de Magistris per le strade e non nei palazzi del potere e che intende connettersi con altri movimenti nazionali ed europei, continua e bene. Si tratta di un risultato importante per un’esperienza recente come la nostra che denota la volontà di demA di stare sui territori e fra le persone e dare voce e proposte ad una domanda di giustizia sociale che resta ancora inevasa. Finora ci siamo riusciti grazie al lavoro militante di tutte e tutti, ma se lavoriamo bene, non potremo che crescere anche con i nuovi compagni e compagne di viaggio a cui va l’augurio di buon lavoro.”

Enrico Panini – Segretario Nazionale demA

Commenti
Post precedente

demA, al via gli incontri di formazione politica!

Post successivo

DemA: la mensa scolastica tra interessi individualistici contrapposti e funzione pubblica e collettiva condivisa. Il punto!

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *