Il Parlamento Europeo con 290 no, 288 sì e 36 voti di astensione si spacca sulla mozione, avanzata dal Presidente della “Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni”, sui migranti e boccia la risoluzione sui soccorsi nel Mediterraneo che proponeva, tra l’altro, l’apertura dei porti alle navi delle ONG. Ad un tale risultato si è arrivati con il voto decisivo degli europarlamentari del M5s, che astenendosi hanno di fatto affossato una proposta di civiltà e di umanità, ma al tempo stesso dimostrano come in Europa continuano ad essere in perfetta sintonia con le speculazioni xenofobe, sulla vita di migliaia di persone, della Lega e delle destre sovraniste, paladine dei porti chiusi. Ancora una volta il movimento 5 stelle ha contribuito a scrivere una brutta pagina della politica europea e, votando in contrapposizione con gli stessi alleati di governo, si sono resi complici di un atto disumano ed indegno. I comportamenti dei governanti, alla fine, si avvicinano un po’ a quelli dei trafficanti di esseri umani perché “se loro lucrano su questa gente, i governanti lucrano politicamente facendo credere alle persone che l’infelicità dei Paesi occidentali sia dovuta alla gente e ai bambini che stanno morendo in mezzo al mare”.

Il movimento demA esprime incredulità per il risultato del voto e condivide la delusione espressa ieri dal Presidente Lopez Aguilar che rivolgendosi all’aula dichiara: “in un giorno in cui ancora una volta sono morte 39 persone vittime delle reti e delle mafie della tratta di persone, quest’aula non riesce a esprimere messaggi di solidarietà nei confronti di coloro che hanno perso la vita in mare”. Astenersi significa non prendersi la responsabilità di una crisi umanitaria, senza precedenti, che riguarda tutte e tutti noi: nel Mediterraneo naufraga l’Europa e la sua civiltà.

demA, da sempre impegnato per l’affermazione dei diritti umani, per l’abbattimento di muri e confini di ogni tipo, si batterà sempre per dare sostegno e solidarietà a chi assiste alla riduzione dei propri diritti, sarà accanto a donne e uomini che intendono lottare contro ogni forma di discriminazione e razzismo. Si batterà sempre per la difesa della vita di donne, uomini e bambini e in ogni città in cui siamo presenti ci opporremo a chi intende spazzare via i diritti e le libertà conquistate e continueremo ad abbracciare tutti i popoli e tutte le culture.

#Uniti nelle differenze!

segreteria politica demA

Commenti
Post precedente

#Partecipa: prima assemblea pubblica di demA ad Ancona

Post successivo

demA è vicina alle donne cilene: il loro corpo non può essere il prezzo di chi lotta per i diritti

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *