“Non saranno certo un paio di manifesti oscurantisti a fermare Napoli e altre città che hanno deciso di schierarsi dalla parte dei diritti, della Costituzione e delle libertà civili”. Lo dichiara Enrico Panini, segretario nazionale di demA, che interviene in merito alle gigantografie apparsi per le strade di Roma, che rappresentano due uomini con accanto la didascalia ‘genitore 1′ e ‘genitore 2′, che tengono un carrello della spesa con dentro un bambino con stampato sopra un codice a barra che piange. #Stoputeroinaffitto è l’hashtag scelto dall’onlus antiabortista Provita e da Generazione Famiglia a supporto di quest’ultima campagna mediatica.

“Entrambe le associazioni – spiega Panini –  sono tra i promotori del Family Day e fanno parte del galassia legata al mondo del tradizionalismo cattolico più oltranzista, che oggi ha un suo solido punto di riferimento nel ministro per la Famiglia Lorenzo Fontana. La Provita è arrivata addirittura a stilare una lista di proscrizione delle amministrazioni cittadine, come quelle di Torino o Napoli, che hanno riconosciuto come tali i figli delle coppie gay, trascrivendo i loro atti di nascita su appositi registri comunali.

Sul tema dei diritti e delle libertà civili non ci fermeremo mai e non ci fermerà un governo oscurantista, perché demA è in prima linea sul fronte delle libertà civili e dell’attuazione della Costituzione. Questi manifesti, dimostrano solo che in Italia c’è un clima di restaurazione che porta allo smantellamento dei diritti conquistati in anni di mobilitazioni e lotte. Noi pensiamo che un bimbo che nasce deve avere gli stessi diritti degli altri bimbi anche se ha due genitori dello stesso sesso perché la Costituzione, nata dalla resistenza al nazifascismo, recita l’uguaglianza senza distinzione di sesso. La sostanza forte dei legami, famiglia in primis, è l’amore.

Non ci interessano i contratti, i vincoli, la forma: la nostra è una battaglia di umanità – conclude Panini – e continuerà nonostante i ripetuti attacchi di questi mesi. Provita e oscurantisti vari se ne facciano una ragione”.

Enrico Panini – Segretario Nazionale demA

Commenti
Post precedente

Sabato 20 ottobre presidio per Mimmo Lucano a Casale Monferrato

Post successivo

Amministrative scende in pista anche demA. Fossati: emergenza per il Rio Gazzo

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *