“Mi manda papà, quando la politica diventa un affare di famiglia – così esordisce sui social il consigliere comunale demA Dante Santoro – Dopo la direzione del PD, è ufficiale che il primogenito del governatore Vincenzo De Luca avrà una poltrona blindata alla Camera dei Deputati. Dopo la nomina ad assessore al bilancio dell’altro figlio, il secondogenito, al Comune di Salerno, si chiude lo spudorato piano del Presidente della Regione Campania per garantire poltrone d’oro ai propri figli. In un’era in cui giovani e meno giovani sono costretti a gavette infinite e/o ad allontanarsi a migliaia di chilometri da casa per provare ad avere un presente ed un futuro dignitoso, assistere a questo teatrino è qualcosa di vergognoso e stomachevole. L’immagine di #Salerno ne esce terribilmente danneggiata e la nostra città viene ormai dipinta da fuori come prostrata ed asservita agli interessi della dinastia De Luca. Per fortuna c’è tanta gente che non si arrende all’idea che la storia debba continuare così. Meritiamo di meglio. Liberiamo Salerno”. Con queste parole il delegato ai “Rapporti con amministratori, consiglieri comunali e municipali di altri comuni” del movimento demA Dante Santoro ha commentato l’ufficialità della candidatura di De Luca Junior come capolista nella lista PD, sull’uninominale a Salerno ed il proporzionale a Caserta, per la Camera dei deputati.

Dante Santoro

Consigliere comunale delegato demA

Commenti

Commenti

commenti

Post precedente

RENZUSCONI. Con Andrea Scanzi domani al teatro Sannazzaro in collaborazione con demA

Post successivo

Luigi de Magistris: orgoglioso dei ragazzi del Cinema America

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *