Migliaia di operatori sanitari di acclarata professionalità, che ogni giorno sostengono con grandi fatiche e difficoltà la ASL e i suoi ospedali e ambulatori, mortificati da una gestione politica inadeguata e fallimentare.
Addirittura il commissario alla sanità Vincenzo De Luca, chiede le dimissioni della Prefetto, un atto a dir poco ingiurioso nei confronti delle istituzioni preposte ad accertare se la ASL più grande d’Europa sia infiltrata dalla camorra.

Cosa spinge il viceministro Di Maio a sostenere pervicacemente nel ruolo di commissario di governo Vincenzo De Luca?
Perché una scelta così nefasta, che di fatto nega il giusto diritto dei campani ad una sanità che sia efficiente sicura giusta, una sanità che sia nei territori punto di riferimento per i cittadini, una sanità che metta finalmente e davvero i cittadini e gli operatori sanitari al centro della sua missione?

La commissione farà il suo lavoro nonostante le contumelie dell’irresponsabile presidente De Luca e stabilirà i fatti e prenderà decisioni.
Quello che a noi preme è purtroppo il conclamato fallimento del commissario De Luca, che di fatto nega il diritto alla salute ai cittadini napoletani e campani tutti.

Noi come demA già da tempo abbiamo scelto con atti pubblici e amministrativi di mettere al centro del progetto salute e sanità, i bisogni dei cittadini e dei loro territori,avendo sempre come punto di riferimento essenziale i medici gli infermieri e gli OSS.
#demAsalute

Ciro Amante
Responsabile Dipartimento Salute

Commenti
Post precedente

demA parteciperà al "Festival Alta Felicità" in Val di Susa con il Movimento No TAV

Post successivo

Napoli assume a tempo indeterminato 337 lavoratori

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *