Domani, venerdì 27 settembre, a chiusura della settimana internazionale dedicata, gli studenti di tante città d’Italia scenderanno in piazza per il terzo sciopero globale per il clima, sulla spinta delle mobilitazioni settimanali che da mesi, sotto la sigla di Fridays For Future, stanno vedendo migliaia di giovanissimi sfilare in tutta Europa per il destino del pianeta. Un’ondata irrefrenabile e potente che finalmente pone dal punto di vista delle generazioni più giovani il tema della sostenibilità di questo modello di sviluppo e del futuro della terra, dinnanzi al costante ed irresponsabile innalzamento delle emissioni di CO2 nell’atmosfera. È il momento di scelte difficili e coraggiose, il nostro pianeta non ha altro tempo a disposizione!
Essere presenti domani nelle piazze delle città significa non assistere inermi alla distruzione del Pianeta, rivendicare un cambiamento dei modelli socio-economici, non più rinviabile, sollecitare azioni capaci di realizzare la tutela ambientale, la salvaguardia del territorio e il rispetto dei diritti umani e sociali di tutte e tutti.
Come movimento demA aderiamo pertanto alla giornata indetta dal movimento Fridays For Future, convinti che in questo momento storico il nodo del clima e della giustizia ambientale rappresenti una priorità assoluta, non procrastinabile e non negoziabile sui tavoli della mediazione politica. Lottare per un pianeta vivibile, per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, contro le diseguaglianze sociali, significa trasmettere alle nuove generazioni la speranza di un mondo migliore, significa non rubare i loro sogni e il loro futuro. Il movimento #FridaysForFuture ha dato quella spinta auspicata ed auspicabile, iniziando a permeare l’opinione pubblica rispetto al problema clima e al contempo a fare pressione sulla politica e sulle organizzazioni internazionali affinché agiscano al più presto. È nei momenti in cui l’agire politico latita che le pressioni dal basso diventano fondamentali ed è per questo che convintamente abbiamo aderito a quello che oggi è un movimento eterogeneo ma compatto, guidato da quei millennials che finalmente si scuotono e rivendicano un pianeta vivibile e un futuro possibile.
È urgente porre in atto azioni efficaci, sia a livello di politiche pubbliche che negli stili di vita personali di ogni giorno. Noi stessi e noi stesse possiamo mettere in atto il cambiamento, anche con piccoli gesti, e prendere parola per dare prospettive alle prossime generazioni.
Per questo oggi alle ore 18:30 presso la sede nazionale del movimento demA si riuniremo per un approfondimento con Marco Armiero sul tema della giustizia ambientale e giustizia climatica.
Movimento demA
Commenti
Post precedente

DemA incontra Reggio Calabria per una nuova sfida

Post successivo

Sentenza storica della Corte Costituzionale in merito al suicidio assistito

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *