Quando: Lunedì 20 Novembre 2017
Dove:
Scuola Giovanni Bovio – Via Carbonara, 31
Con: Luigi de Magistris, DJarah Akan, Luigi Felaco, Simona Marina, Rachele Furfaro, Marinella Rodriguez, Papa Massamba Gueye, Antonello Sannino, Mohammed Fakir

In occasione della giornata dei diritti dell’infanzia ed in continuità con la mobilitazione portata avanti dal mondo dalla scuola a favore dell’approvazione in Parlamento della legge sullo Ius Soli.

Un incontro per far emergere con forza le ragioni che sono dietro al diritto dei bambini che crescono nel nostro paese di essere considerati a piano titolo cittadini italiani, indipendentemente dalla nazionalità dei loro genitori.

In Italia sono attualmente 800.000 i minori che subiscono questa dolorosa quanto assurda contraddizione, cioè vivere un territorio, far parte di una comunità, essere educati dalla scuola e sentirsi abitanti di un Paese, ma, di trovarsi in un limbo che fa di loro dei non cittadini.

In un momento storico in cui i confini legislativi rischino di essere barriere per una integrazione al pari di quelli geografici, in una realtà che chiede si facciano scelte importanti nella direzione dell’accoglienza vera e dell’abbattimento di ogni pregiudizio e discriminazione non ci possono essere dubbi sull’urgenza e la necessità di porre rimedio ad un’anomalia del sistema tollerata fin troppo a lungo e far si, finalmente, che chi ci cresce in Italia sia cittadino italiano a tutti gli effetti.

 

Commenti

Commenti

commenti

Post precedente

Venerdì 17 novembre: demA in marcia a difesa dei diritti degli esclusi

Post successivo

Noi siamo per lo IUS SOLI, subito

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *