Si riapre la stagione politica, il movimento demA organizza una tre giorni di discussione a fine Agosto ad Isola di Capo Rizzuto per costruire una diversa agenda politica, contro il governo verdestellato.

“Intrecci Meridiani”

Dal 31 agosto al 2 settembre il movimento politico demA organizza un campeggio politico di discussione e confronto chiamato “Intrecci Meridiani” al camping “Sovereto”, nel Comune di Isola di Capo Rizzuto, al quale parteciperanno molte decine di realtà del mezzogiorno e non solo.

Si riapre la stagione politica, di fatto mai interrotta considerate le gravi vicende del crollo del ponte “Morandi” e la tragedia dei profughi accolti dalla nave “Diciotti”, con tre giorni di discussioni, dibattiti ed iniziative culturali sul Mezzogiorno, le sue contraddizioni e le sue ricchezze organizzati dal movimento politico nato dal laboratorio napoletano, presieduto da Luigi de Magistris.

Obiettivo: far incontrare attivisti politici, di movimento, associazioni ed esperienze innovative del Sud Italia per intessere una rete comune in cui sia possibile condividere parole e pratiche, conoscersi e costruire una prospettiva comune per cambiare un’agenda politica che non può essere fatta di nemici, propaganda, improvvisazione, Costituzione violata.

Si inizierà il 31 Agosto, alle 18:00, con un world cafè a cui parteciperanno Enzo di Salvatore (coordinamento no Triv), Vincenzo Tosti (Stop Biocidio), Carmine Piscopo (Assessore Comune di Napoli), Vincenzo Linarello (Goel), Flavia Sorrentino, protagonista di campagne meridionaliste, Aida Trentalance (Forum per la Sanità Pubblica) e Giuseppe Tiano (Usb) che illustreranno le tante lotte in corso sull’ambiente, la sanità, i beni comuni e contro il razzismo.

Alle 21:00, invece, sarà la volta di de Magistris che – introdotto da Raffaella Casciello, componente la segreteria nazionale di demA – concluderà un dibattito nel quale saranno coinvolti Filippo Sestito, Michele Conia, Flavio Stasi, Gianni Speranza, Carmine D’Oronzo, Mimmo Talarico e Renato Accorinti.

Al termine, la giornata vedrà il concerto, organizzato dall’Arci Crotone, di Michele Scerra in “Torneranno i Poeti”.

Il 1 settembre sarà la volta dei gruppi di lavoro.

Mimmo Lucano, insieme a Luigi Felaco (consigliere comunale di Napoli) e a Silvio Messinetti, interverrà nel gruppo di lavoro su “Pratiche amministrative e di accoglienza” per raccontare la straordinaria esperienza di Riace.

In contemporanea altri due gruppi su “Ambiente e conflitti ambientali” (con Rita Cantalino di ASuD, Stefano Iannillo, Arci Avellino, e Francesco Campolongo di Potere al Popolo) e “Rigenerazione urbana e innovazione sociale” (con Roberto Covolo, assessore del Comune di Brindisi).

La sera, prima dell’attesissimo concerto dei Tetes de Bois, si terrà un dibattito sulla questione meridionale che vedrà confrontarsi Peppe Marra (Usb), Michele de Palma (Fiom- Cgil), Roberto Iovino (Flai Cgil), Chiara Capretti (PaP), Nicola Fiorita, Giacomo Cossu (Rete della Conoscenza), Claudio Riccio (Act), Angelo Broccolo (SI Calabria) e Fausto Melluso (Porco Rosso Palermo).

Il confronto sarà concluso da Enrico Panini, segretario nazionale di demA.

L’intenso appuntamento politico si concluderà domenica 2 settembre con un’assemblea plenaria per tirare le somme della due giorni di discussione e programmare la mobilitazione da mettere in campo per portare il Mezzogiorno fra le vere priorità del Paese.

Infine, tutti ad ammirare la performance di Omar Suleiman in “Ti Racconto una storia: parole e suoni dalla terra più amata.”

Il camping “Sovereto” è un’oasi naturale che, grazie alla cura dell’Arci Crotone, è tornata ad essere un’ area per campeggiatori ed una delle prime esperienze del territorio a proporre un turismo lento e sostenibile in controtendenza rispetto alla cementificazione e mercificazione di spiagge e coste ioniche.

Commenti
Post precedente

LUIGI DE MAGISTRIS, SINDACO DI NAPOLI, E ADA COLAU, SINDACA DI BARCELLONA, LANCIANO UN APPELLO DI SOLIDARIETÀ A MIMMO LUCANO, SINDACO DI RIACE

Post successivo

Stop alla convenzione tra Asl e Parrocchia per la vita. La legge 194 si applica e non si cambia

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *