Giorni pieni di appuntamenti e di incontri negli ultimi due della campagna elettorale per le elezioni amministrative dell’11 giugno.

Il movimento demA, sceso in campo con liste e candidati sindaci, ha portato con il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il suo segretario nazionale Claudio de Magistris il sostegno e la volontà di esportare il “modello Napoli”.

Ovunque, in ogni piazza, i cittadini si sono soffermati ad ascoltare discorsi sui temi portanti del movimento che partendo dal capoluogo partenopeo intende estendere un esempio di buona, efficace e trasparente amministrazione. Accanto ai due leader di demA, il giornalista Sandro Ruotolo promotore del comitato per la legalità da poco nato nell’amministrazione de Magistris, che ha sottolineato come la lotta alla criminalità organizzata che attanaglia il territorio nasce anche e soprattutto dalla volontà dei cittadini, volontà che si esprime attraverso le scelte che si operano con il voto.

Da Taranto a Molfetta, poi ad Arzano, a Sant’Antimo, a Melito, e ancora a Tufino, a Portici e infine a Torre Annunziata, il sindaco di Napoli – accolto ovunque con entusiasmo e calore dai cittadini – ha evidenziato come sia possibile sempre il riscatto: “Un tempo a Napoli come disse Eduardo de Filippo si diceva Fuitevenn, adesso diciamo Turnatevenn”.

 

 

Commenti
Post precedente

Appello per il Movimento demA Democrazia Autonomia - Elezioni amministrative 11 giugno 2017

Post successivo

Claudio de Magistris: "Il processo di radicamento sui territori è cominciato"

Commenti al post

Scrivi qui un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *